La musica degli adolescenti

Ciao!

Stiamo raccogliendo interviste per il nostro prossimo articolo.

Se vuoi partecipare commenta qui sotto rispondendo in ordine alle domande.

    1. Cosa pensi della musica che ascoltano i tuoi figli?
    2. Quale pensi che sia il loro musicista/cantante preferito? Cosa ne pensi?
    3. Conosci il titolo di un brano che ascoltano i tuoi figli?
    4. Ascolteresti la musica che ascolta tuo/a figlio/a?
    5. Sai che cosa è un Muser?
    6. Sai che esiste un’app che si chiamava musically e ora si chiama tik tok?
    7. Quanto tempo pensi che passi tuo/a figlio/a in questa app?
    8. Cosa pensi che cerchi nella musica?
    9. Cosa cercavi tu nella musica alla sua età?

 

Facci sapere cosa ne pensi nella sezione dei commenti!

Un saluto dalla redazione di Bao-blog.

Conosci il mondo dei videogiochi?

Ciao!

Stiamo raccogliendo interviste per il nostro prossimo articolo.

Se vuoi partecipare commenta qui sotto rispondendo in ordine alle domande.

  1. Giochi ai videogames?
  2. Che cosa ne pensi?
  3. Quali videogames conosci?
  4. Sapresti dirmi gli aspetti positivi dei videogiochi
  5. E quelli negativi?
  6. In media, quanto tempo pensi sia giusto dedicare ai videogames ogni giorno?
  7. Con quale tipo di videogiochi non fareste giocare i vostri figli?
  8. Passeresti del tempo con tuo figlio/a davanti a un videogame?
  9. Se fossi un ragazzo come noi, a quali videogiochi giocheresti?

 

Facci sapere quanto conosci il mondo dei ragazzi!

Un saluto dalla redazione di Bao-blog.

 

Gli Inseparabili

pet-2531161_1920

Gli inseparabili sono uccellini parecchio affettuosi, molto colorati e tanto curiosi ma anche socievoli e un po’ casinisti: ti tengono molta compagnia quasi come un cane.

Gli inseparabili possono essere:

  • verdi, arancioni (oppure rossi) e gialli

  • bianchi e azzurri

Gli inseparabili sono molto delicati: si ammalano facilmente anche solo per uno sbalzo di temperatura, ma per fortuna le spese mediche non costano tantissimo.

Il loro punto debole è il fegato e possono avere la cataratta, lo potete vedere se gli occhi hanno un puntino bianco nel mezzo o di fianco, come se fosse una pupilla.

Sono uccelli africani e quindi amano il caldo.

Non bisogna confonderli con i “pappagalli da pirata” quindi non ripetono quello che gli si dice!

Possono vivere sia in coppia che da soli ma ricordatevi che se vivrà solo avrà bisogno della vostra compagnia perché è un uccello sociale.

Quando comprate o adottate un inseparabile dovete osservare alcuni particolari apparenze: se sono piccoli non vuol dire che non facciano male o che siano giovani ( se hanno la testa arancione sono ancora giovani se invece hanno la testa rossa possiamo dire che sono abbastanza grandi, MA NON È DETTO perché il mio inseparabile che si chiama Lollo ha la testa arancione però è vecchietto).

In qualunque caso conviene sempre farlo visitare da un veterinario,come ho già detto non costa tanto dai 50 a i 70 euro.

Avere un inseparabile vuol dire che quando torni a casa ti fa festa però sarà anche un grande impegno perché sono molto delicati e hanno bisogno di tante attenzioni.

Prima di concludere questo articolo vorrei dire grazie al mio inseparabile LOLLO che mi ha fatto da musa e mi ha aperto al mondo degli pappagalli che , al contrario di come si potrebbe pensare non sono solo degli uccellini banali ma sensibili e molto comprensivi.

Shanti

VIAGGIO AD EDIMBURGO CON I MIEI AMICI BURLONI

Edimburgo è la capitale della Scozia (UK).
Tre di noi sono andati ad Edimburgo tre mesi fa e abbiamo fatto delle foto.
Ora ve le facciamo VEDERE!
20180127_104048

Qui eravamo al castello di Edimburgo: aveva molti luoghi diversi tra cui la cattedrale, la prigione e la sala dove erano custoditi i simboli reali della Scozia.

20180127_135137

In questa foto è rappresentato il tipico piatto scozzese: il FISH AND CHIPS. Dove lo abbiamo mangiato noi era molto buono ed era accompagnato da una passata di piselli. Il piatto era formato da pesce fritto e patatine fritte.

20180128_155655

Qui possiamo osservare la barca della regina scozzese. Non siamo potuti entrare perché era chiuso. L’abbiamo vista solo da fuori ed era molto grande e ci sarebbe piaciuta vederla dentro.

20180127_110035
In questa foto possiamo vedere delle case attaccate con numerose guglie. Le case sono tutte scure come quella in qui alloggiavamo. La città era formata da numerose case e le strade erano ordinate e pulite.

20180127_110950
Questa foto rappresenta un cannone che si trovava nel castello e in secondo piano si vedeva quasi tutta la città.

ALLA PROSSIMA!!

Pinto, Saboto, Lavello

 

Chi sono i musers?

I Musers sono persone che attraverso l’applicazione chiamata musical.ly pubblicano video di 15 secondi con sottofondo una canzone scelta e ballano o fanno gesti oppure interpretano un pezzo di un film o un cartone.

Non lo sono tutti ma solo i più esperti, i musers durante il musical.ly muovono il telefono creando effetti stupendi. Spesso i Musers oltre a musical.ly e a vari social (facebook, instagram, snapchat….) aprono un canale youtube e trai vari argomenti fanno tutorial su come fare i musical.ly e svelano i loro segreti.

Elisa Maino è la prima in Italia ad aver raggiunto un milione di followers ed è tra i primi venti profili più seguiti al mondo. Tempo fa Elisa Maino è volata a Los Angeles come unica rappresentante dell’Italia accanto ai Musers più influenti del mondo. Elisa vanta 380mila iscritti su youtube è 917 mila followers su Instragram.

Ecco un suo video in cui spiega i suoi trucchi:

https://m.youtube.com/watch?v=2GZXOTqA

BENVENUTA PRIMAVERA!

La primavera è finalmente arrivata nella nostra scuola. Mercoledì 28 marzo con lo Jussi Corner siamo usciti per goderci la primavera del giardino della scuola e per scattare tante foto. Ecco le immagini del nostro giardino rinato:

IMG-20180328-WA0020

IMG-20180328-WA0014IMG-20180328-WA0003IMG-20180328-WA0012IMG-20180328-WA0002

IMG-20180328-WA0015

IMG-20180328-WA0033

Lorenza & Helan

Il simbolo indiano che blocca gli Iphone

Di recente, si è scoperto che un simbolo indiano crea un bug negli Iphone.

Risultati immagini per immagini simbolo indiano c che blocca iphone

Questo simbolo è una lettera indiana che potrebbe volere dire segno.

Se viene mandato ad un Iphone, Ipad o qualsiasi altro dispositivo Apple si blocca ma cosa succede nello specifico:

  • quando viene mandato il dispositivo nel renderizzarlo si blocca perché il sistema nel visualizzare la notifica o il messaggio e nel elaborarlo riscontra un problema è si blocca.
  • può succedere che se viene mandato da whatsapp l’app incriminata si blocca e appena riproverete ad aprirla o non si aprirà o appena si aprirà si bloccherà subito.

In questo momento è disponibile un aggiornamento per sistemare questo bug, basta recarsi nelle impostazioni andare in generali, aggiornamento sowtware e cliccare scarica e installa se vi verra detto che il sistema è aggiornato o avete un dispositivo vcchio [che comunque non è afflitto da questo bug] o avete già aggiornato il sistema.

un saluto dalla redazione di bao-blog

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FORTNITE

Oggi vogliamo parlare di Fortnite, un gioco con cui si può giocare su ps4, xbox one e pc.

I download sono in netta crescita grazie, anche, alla grande diffusione tramite YouTube.

Il gioco ha due modalità: PvP (o battaglia reale100 giocatori) e Salva il Mondo (ora a pagamento).

La modalità PvP consiste in una battaglia tutti contro tutti. Inizialmente bisogna lanciarsi da un autobus volante buttandosi in un luogo tra i vari della mappa.

Una volta arrivati a terra bisogna cercare delle armi, che si classificano in questo modo:

  • grigie=comuni
  • verdi= non comuni
  • blu=rare
  • viola=epiche
  • oro=leggendarie

Ci sono vari tipi di armi. Alcune armi servono per sparare da lunghe distanze (cecchino), altre da medie distanze (fucile d’assalto) e altre ancore da distanze ravvicinate (fucile a pompa).

Non ci sentiamo di consigliare armi più forti di altre perché dipende dallo stile di gioco di ognuno.

Man mano che si va avanti nel gioco c’è una safe o tempesta che si restringe. Se ci si finisce dentro si subiscono dei danni.

Per vincere bisogna restare soli nella mappa, per fare ciò bisogna fare delle kill (uccisioni).

Ogni giocatore ha 100 di vita di base, che possono essere ampliati con 100 di scudo.

Ci sono pozioni che possono ripristinare la vita e lo scudo (mini- scudi, scudi, bende, medikit e caraffa da bevuta). Si può inoltre costruire con legno, pietra e metallo. Si possono fare 4 costruzioni: muro, parete orizzontale, scala e un tetto a forma di piramide.

Ci sono inoltre due principali tipi di giocatori: il camperone, che si nasconde per prendere gli avversari di sorpresa, e quello che pusha, cioè che attacca tutti di prepotenza.

Ci sono a sua volta tre modalità di base:

  1. singolo
  2. duo
  3. squadra

Ogni tanto la Epic Game (sviluppatori del gioco) aggiungono nuove modalità particolari. Ad esempio, in questo momento, vi è la modalità Shoot Gunner.

C’è poi la modalità Salva il Mondo a pagamento.

In questa modalità bisogna compiere varie missioni. Secondo alcuni e come pubblicato in un tweet della Epic Games diverrà presto gratis, mentre verrà messo a pagamento il pass battaglia che ti permette di ottenere oggetti estetici aggiuntivi.

Questo gioco è molto bello e, oltre ad essere bravi con il controller, bisogna anche avere molta strategia.

LA STORIA DI FACEBOOK E DEL SUO LOGO

LA SUA STORIA:

Il 4 febbraio 2014 facebook ha compiuto 10 anni. La storia inizia molto prima, circa nell’ottobre del 2003, quando un ragazzo di diciannove anni creò Facemash che è l’antenato di facebook. Il sito fu chiuso qualche giorno dopo ma l’idea poco dopo ispirò Mark Zuckerberg, che nel frattempo è diventato uno dei miliardari più giovani del mondo.

Il 4 febbraio 2004 viene fondato da Zuckerberg e dai suoi compagni dell’università il sito thefacebook.com, il sito era semplice e predominava il blu (secondo la leggenda i colori venivano scelti in base al daltonismo di Zuckerberg) e inizialmente era destinato solo agli studenti dell’università che frequentava.

Successivamente fu disponibile per impiegati di grandi società come Microsoft e Apple e per le altre scuole di tutto il mondo.

Nel 2006 diventò solo facebook.com e chiunque avesse più di tredici anni e un indirizzo e-mail poteva accederci. Nel 2013 divenne il sito più visitato al mondo. Nel 2008 comparve la chat di facebook mentre nel 2009 compaiono i “mi piace” e nel 2010 Zuckerberg compare sulla copertina del Time come persona dell’anno.

Nel 2013 viene migliorato facebook messenger con gli adesivi, uno nuovo stile grafico e una chat in stile Whatsapp. Nel 2014 si crea Paper il giornale di facebook.

IL SUO LOGO:

Il logo è rimasto invariato dal 2005 al 2015, il cambiamento è avvenuto senza annunci ma qualcuno si è accorto comunque del cambiamento. Ora il logo non ha più la scritta peri intero ma solo la f, il direttore creativo dichiara che quando facebook era stato appena creato il logo andava bene ma ora che facebook ha avuto successo hanno bisogno di un nuovo logo e hanno deciso de renderlo più vivace e amichevole.

TESTO SCRITTO SULLA BASE DI:

http://www.repubblica.it/tecnologia/socialnetwork/2015/07/01/foto/facebook_nuovo_logo-11

https://it.softonic.com/articoli/10-anni-di-facebook-storia-del-social-network-che-ha-cambiato-il-mondo

LORENZA

IL LOGO DI YOUTUBE

YouTube è una piattaforma web, fondata il 14 febbraio 2005, che consente la condivisione e visualizzazione in rete di video. Gli utenti possono anche votare e commentare i video. Sul sito è possibile vedere videoclip, trailer, video divertenti, notizie e altro ancora. Nell’ottobre 2006 è stato acquistato dall’azienda Statunitense e Google per circa 1,65 miliardi di dollari. 1:Secondo Alexa, è il secondo sito web più visitato al mondo, alle spalle solamente di Google.

YouTube ha presentato il suo nuovo logo, visibile nell’immagine dell’apertura e in quella allegata di seguito che lo mette a confronto con quello nuovo di oggi. Addio ad elementi tridimensionali, riflessi o sfumature, in favore di uno stile 2D che gioca tutto sul contrasto fra bianco e rosso. Al centro il simbolo del pulsante Play caratterizzato da una leggerissima ombreggiatura, con un font sottile scelto per il nome del servizio.

Articolo scritto sulla base di:   https://it.wikipedia.org/wiki/YouTube

ALINA