Il progetto BB+ continua: l’incontro con l’Amministrazione comunale

Il 21 luglio 2017 abbiamo incontrato l’Assessore alla Scuola, alla formazione superiore e ai giovani del Comune di San Lazzaro di Savena, Benedetta Simon.

Abbiamo presentato a lei le nostre proposte per migliorare la convivenza tra i cittadini di San Lazzaro, raccolte nell’ambito del progetto BAO-BLOG Plus (BB+).

Abbiamo raccontato all’Assessore alla scuola e ai giovani la nostra esperienza di partecipazione al progetto; ha ascoltato con molta attenzione le nostre proposte e ci ha riportato sia la propria impressione generale sia ha preso in considerazione le nostre idee singolarmente, valutando la fattività di ognuna.

Ecco alcune tematiche che ha messo in evidenza, considerando le nostre idee:

  • avete provato a mettere in relazione i vostri bisogni con quelli di tutti i cittadini;
  • avete espresso la volontà di aiutare gli altri e aiutarvi tra pari;
  • avete il desiderio di migliorare lo spazio in cui viviamo, creando nuovi spazi per i giovani.

In seguito alcune risposte che ha dato rispetto a richieste specifiche.

Per la nostra richiesta Un nuovo campo da calcio a Ponticella ci ha suggerito che potremmo metterci intorno a un tavolo per confrontarci con tutte le persone che vogliono usare il campo, e per decidere cosa potrebbe essere bene per tutti. Ha detto inoltre che ci sono diversi parchi a Ponticella e potremmo andare un po’ in giro per il territorio e capire quali sono gli spazi che si possono utilizzare di più da parte dei giovani.

Giocare senza distinzioni: questa proposta è piaciuta molto all’Assessore, e ci ha detto che possiamo organizzarci prendendo contatti con altri Centri, con oratori… Inoltre c’è la possibilità di organizzare insieme in futuro un evento che coinvolga vari sport. Ad esempio si potrebbe organizzare tutti insieme una bella biciclettata.

Scambia il favore e Aiutare per aiutare: a San Lazzaro c’è la possibilità di iscriversi per i maggiorenni ad Associazioni di volontariato e al volontariato singolo, mentre per i giovani c’è la Younger card. Il Comune fa la raccolta di molti bisogni di volontariato e organizza l’incrocio tra domanda e offerta. L’Assessore ci ha parlato inoltre del progetto Pane ed internet e ci ha suggerito di andare all’Informagiovani per avere più informazioni a proposito.

Rispetto alla proposta Giramondo, ha detto che potremmo cercare ulteriori posti dove potrebbe essere utile la saletta condominiale e spiegare alle persone la nostra esperienza.

Per la proposta Piazza aperta, ci ha spiegato che stanno organizzando una cena di vicinato in via Repubblica e ci hanno invitati a partecipare.

Le proposte Insieme contro il bullismo e Libera il look si potrebbero fare alla scuola: i rappresentanti di classe potrebbero portarle ai rappresentante di Istituto. Inoltre per un progetto sul look si potrebbero prendere contatti con la Mediateca.

Oltre all’emozionante esperienza che abbiamo fatto andando a parlare in Comune, abbiamo capito una cosa importante: quando si fanno delle proposte per migliorare il luogo dove si vive bisogna conoscere e considerare prima di tutto le risorse che ci sono già, e perciò potrebbe essere utile fare una mappatura dei servizi già presenti, e in base a questa può partire una riflessione su cosa si potrebbe creare di nuovo.

In poche parole…

E’ importante osservare la realtà, senza però mai smettere di immaginare come si potrebbe migliorare il mondo che ci circonda!