Il mostro di San Lazzaro

Da alcuni giorni nelle vicinanze del fiume del nostro Comune si vedono a riva barche distrutte e altri disastri.

La gente non si avvicina più al laghetto di San Lazzaro perché l’acqua è diventata torbida, si sente puzza di marcio e si trovano cadaveri di pesci sulla riva.

Gli animali scappano, non ce ne sono più!

I cittadini sono disperati perché amano il pesce e andare a pescare.

Degli scienziati con strumenti speciali cercano di capire cosa succede a San Lazzaro, da tutto il mondo stanno arrivando scienziati famosissimi

Una fotografa un pomeriggio ha fotografato il fiume di San Lazzaro e questo è quello che ha testimoniato: “stavo camminando, quando all’improvviso vedo questo testone lungo e inizio a fare tantissime foto”.

La fotografa sostiene di aver visto un vero e proprio mostro…

Allora sul giornale si è cominciato a scrivere: “ATTENZIONE!! al fiume di San Lazzaro c’è un mostro”. A questo punto il fiume venne chiuso per un po’ e passò un po’ di tempo.

Passarono un po’ di mesi e la gente si dimenticò del mostro fino a che lo riaprirono… ma il mostro non se ne era andato.

Un pomeriggio un signore iniziò a pescare ma sentì un botta sulla barca…e allora il signore chiamò la polizia che arrivò a salvarlo con la barca.

Per risolvere il problema del mostro chiamarono degli specialisti che con una rete lo catturarono e lo portarono al “Museo antico”.

Alla fine si scoprì che era un dinosauro acquatico sopravvissuto di nome “Acquaticus”.

La sua particolarità era che assomigliava al mostro di Lock Ness che non è mai stato trovato.

 

Michela e Shanti